Indice estetico
Home Su

 

 

L'ESPERIENZA ESTETICA

di Ernesto Arturi
( dicembre 2008)

 

 

INDICE DEGLI ARGOMENTI

NOTA
consigliabile seguire un percorso completo nella sua sequenza originale.

 

Cap. 1
Dove si racconta di due viaggiatori e … delle chiese che visitano

Cap. 2
Dove le parole, ahim, non sono quello che sembrano

Cap. 3
Dove un certo Mongolfier ha qualcosa a che fare con le rose profumate

Cap. 4
Dove le persone adulte giocano spudoratamente con il Lego

Cap. 5
Dove si parla di esperienza vissuta e dove i sentimenti mostrano la loro vera “natura”

Cap. 6
Dove l’autore, dandosi delle arie, cerca di chiarire ci che invece nella nostra esperienza non per nulla chiaro

Cap. 7
Dove, imitando Shakespeare, si vuol far credere che nell’esperienza vissuta c’ una logica bestiale

Cap. 8
Dove l’autore, che non una persona seria, si distrae andando in bicicletta.

Cap. 9
Dove l’autore costretto a ricordare quando gli insegnanti gli gridavano dietro: “studia somaro!”

Cap. 10
Dove l’autore gira nudo per il bagno gridando: “ora lo so, tutta colpa della fantasia”

Cap. 11
Dove l’autore, concedendosi un giro di valzer, scopre cosa sono “ritmo” e “forma”

Cap. 12
Dove l’allucinazione compare improvvisamente e sconvolge tutto

Cap. 13
Dove si spiega come possa accadere ad una vergine di sentirsi la Madonna

Cap. 14
Dove si entra in una meravigliosa caverna piena di dipinti in compagnia di Sigismondo l’Allegro

Cap. 15
Dove ricompare Shakespeare con una storia macabra che riguarda un certo Macbeth e i boschi che si muovono

Cap. 16
Dove si cerca di dimostrare che “una rosa una rosa una rosa una rosa”

Cap. 17
Dove sant’Anselmo litiga con quel pacioccone del monaco Gaunilone

Cap. 18
Dove si analizzano i classici versi di Catullo: “Ti odio, vipera! ti amo, pulcino!”

Cap. 19
Dove si scopre che nella mente di ciascuno di noi c’ una “copia” delle cose, ma nessuno sa dove sia l”’originale”

Cap. 20
Dove si spinge l’incauto lettore a distinguere il “vero” dal “falso”

Cap. 21
Dove si spiega perch un’opera d’arte un capolavoro di equilibrio

Cap. 22
Dove l’autore sfoggia la sua misera cultura in “storia dell’arte”

Cap. 23
Dove si scopre che l’arte unisce il ritmo con la forma, grazie alla signora fantasia

Cap 24
Dove si viene a sapere che il signor Pavlov aveva un cane che torturava tutti i giorni

Cap. 25
Dove l’autore, con grande presunzione, cerca di farci capire l’arte moderna

Cap. 26
Dove si racconta di Michelangelo, della Cappella Sistina, ed altri fatti emozionanti

Cap. 27
Dove si conferma l’adagio che “non bello ci che bello, ma bello ci che piace”

Cap 28
Dove ci si chiede: “cos’ha l’arte in comune con l’artista e l’artigiano?”

Cap. 29
Dove si cerca di imparare a ”leggere” le opere d’arte e vivere felici

 

<HomePage>   <Il progetto>   <Colophon>   <Registrazione>   <Collaborazioni>   <La biblioteca>   <Il Sommario>

Questo sito una iniziativa personale di
Ferruccio C. Ferrazza
Tutti i diritti sono riservati.
ViaggiNellaStoria un marchio registrato.
ISSN 2284-3620

Ultimo aggiornamento: 19 aprile 2016